Lorem ipsum dolor amet, consectetuer adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget dolor massa. Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus.

Baker

Follow Us:
Home   News ed Eventi    Food Delivery: soluzione temporanea o nuovo trend della ristorazione?

Food Delivery: soluzione temporanea o nuovo trend della ristorazione?

Quale impatto ha avuto il Covid-19 sul Food Delivery? E’ quanto si sono chiesti gli analisti di Trade Lab, nell’ultima indagine sulle abitudini degli italiani in merito agli ordini a domicilio.
Se nel periodo pre Covid-19 oltre un terzo degli Italiani (35%) utilizzava il servizio del Food Delivery online, durante la quarantena la percentuale è salita al 50% dei consumatori (con una grande fetta coperta dai millennials). Principalmente per l’impossibilità di ritirare il cibo al ristorante (44%), ma anche per la poca voglia di cucinare (21%), per concedersi un pranzo o una cena diversi dal solito (22%) o per regalarsi una coccola (13%).

Sulla base delle risposte dei consumatori intervistati, Trade Lab ha registrato una forte crescita del Food Delivery gestito in autonomia dai ristoranti rispetto a quello organizzato tramite piattaforme online. Se, infatti, nell’era pre Covid-19 gli ordini via app coinvolgevano il 50% dei consumatori, oggi questo dato è sceso al 30%, in favore degli ordini gestiti “in autonomia” da parte dei singoli esercenti, sia ristoranti che pubblici esercizi che si sono adoperati con colazioni e pranzi a domicilio, pubblicizzandoli sui propri canali digitali.

Già a inizio quarantena infatti i gestori di bar e ristoranti hanno iniziato a promuovere servizi di consegna autonomi, indipendenti dalle piattaforme, organizzandosi con sistemi di sicurezza alimentare e con mezzi dedicati e servendosi dei canali social per promuovere i loro servizi a domicilio. I ristoratori che hanno scelto di appoggiarsi alle piattaforme hanno inoltre avuto la possibilità di collegare, ad esempio, il profilo Instagram al menù del locale, utilizzando il pulsante ‘Ordina ora’ nel profilo e aggiungendo un adesivo all’interno delle IG Stories. In questo modo anche le realtà più piccole hanno potuto utilizzare il social come vetrina per promuovere il loro locale e incrementare così gli ordini online.

Il food delivery, dunque, in ogni fase della crisi, si è rivelato una chiave strategica di successo, o per alcuni di vera e propria sopravvivenza aziendale. Non sappiamo se diventerà una strategia di lungo periodo ma sembra sia destinato a perdurare alla crisi e ad accompagnare la ristorazione italiana verso un’evoluzione e un rinnovamento digitale. Lo conferma anche il fatto che la maggior parte dei locali che hanno riaperto, ora si ritrovano con una ridotta capienza ed esigenze di sanificazione, quindi con maggiori costi a fronte di minori entrate e la consegna a domicilio può sicuramente giocare a favore per la sopravvivenza di tali realtà imprenditoriali.

Ma quali sono le linee guida per la gestione del food delivery? Conviene consegnare in proprio o affidarsi alle piattaforme? Come gestire il trasporto sicuro dei generi alimentari?
Casa Giani ti offre preziosi consigli per gestire il tuo asporto! Scarica qui i materiali che abbiamo pensato per te e organizza al meglio la tua attività in questa fase di ripresa!

E se sei interessato a migliorare la presenza online della tua attività segui la pagina FB di Casa Giani e scopri i consigli per come gestire al meglio la tua vetrina digitale.