Lorem ipsum dolor amet, consectetuer adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget dolor massa. Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus.

Baker

Follow Us:
Home   Pizza    4 curiosità che (forse) non conosci sulla pizza

4 curiosità che (forse) non conosci sulla pizza

Pizza, la parola più conosciuta all’estero, anche prima di spaghetti o espresso. In Italia se ne sfornano 5 milioni al giorno ed è uno dei piatti preferiti da molti di noi.

Ma siete sicuri di sapere tutto sulla pizza?

Ecco 4 curiosità che forse non conoscevate sulla pizza:

1. I primi a creare la pizza e a scoprire il segreto della lievitazione furono gli egizi che la chiamavano pita ed erano soliti mangiarla in abbinamento alla birra.
2. La pizza più antica non è la margherita bensì la marinara che veniva preparata per i pescatori che rientravano in porto (da qui il suo nome) e raccoglieva pochi e semplici ingredienti: pomodoro, aglio, origano e olio.
3. I più grandi mangiatori di pizza sono gli americani con oltre 13 kg di pizza a persona all’anno, contro i nostri 7,6 kg pro capite (*fonte Ristorazione Italiana Magazine).
4. La prima pizza venduta via web risale al 1994, quando la catena Pizza Hut aprì un sito web in cui era possibile ordinare la pizza online e diede così il via al primo esempio di e-commerce nel settore del food.

Anche Casa Giani è sul mercato con proposte gustose e pratiche al tempo stesso, per accontentare tutti i gusti e le esigenze: pizze tonde o da cuocere in pala e in teglia, con impasto classico o integrale e con grani antichi, da farcire o subito pronte da servire.

Prova per esempio la Pizza del Fornaio, una margherita alta e soffice, farcita fino ai bordi con vera polpa di pomodoro e mozzarella, da cuocere in teglia solo per pochi minuti.

Tutte le proposte Casa Giani si prestano anche a personalizzazioni e interpretazioni gourmet, esaltando i sapori di stagione e le tipicità locali. Le basi pizza, ad esempio, possono essere presentate in versione piadapizza, anche solo riscaldandole sulla piastra e farcendole con squacquerone, prosciutto crudo e rucola oppure come rotolo, condite con pesto di pomodori secchi, scamorza e melanzane grigliate.